Soddisfazione per l’apertura del nuovo bando del Ministero dello Sviluppo Economico dedicato ai voucher Temporary export manager

“Una misura che attendevamo, visto l’interesse e il successo della precedente edizione, una formula utile per accompagnare le imprese nella loro strategia di accesso e rafforzamento sui mercati internazionali. Come CNA l’abbiamo sempre condivisa in quanto rappresenta una modalità di accompagnamento delle imprese sui mercati internazionali”. Lo si legge in un comunicato della Confederazione.
“Valutiamo particolarmente opportuno – prosegue la nota – l’allargamento della platea di quanti potranno avvalersi della nuova misura alle società di persone, una nostra richiesta avanzata fin dal 2015 per agevolare di più le micro e piccole imprese. Come dimostra l’Osservatorio export CNA, infatti, i piccoli contribuiscono sempre più alle esportazioni italiane. Nel 2016 le imprese con meno di 50 addetti hanno realizzato il 24,2 per cento dell’export nazionale. E molto più potranno fare grazie anche a strumenti come i voucher per l’internazionalizzazione”.
“Le diverse strutture della CNA accreditate al Mise – conclude il comunicato – contribuiranno ad accompagnare le  imprese artigiane e le Mpmi sui mercati internazionali per essere partner delle imprese nella sfida della competitività”.

Come presentare le domande

Al via due tipologie di voucher per promuovere l’internazionalizzazione delle PMI grazie al temporary export manager. Il primo, di 10.000 euro, è concesso a fronte di un contratto di servizio di almeno 6 mesi e di importo non inferiore a 13.000 euro. Il secondo, di importo pari a 15.000 euro, è invece destinato alle PMI che prevedono di impiegare il temporary export manager per almeno 1 anno. Sono queste le caratteristiche principali del nuovo bando Voucher per l’internazionalizzazione, emanato dal Ministero dello Sviluppo Economico, con una dotazione finanziaria complessiva di 26 milioni di euro. Quali differenze rispetto alla prima edizione? Chi può partecipare?

Dal 28 novembre al 1° dicembre 2017 sarà possibile presentare le domande per l’accesso ai voucher internazionalizzazione, lo strumento lanciato dal Ministero dello Sviluppo Economico per spingere le PMI oltreconfine grazie all’affiancamento personalizzato da parte di esperti di comprovata esperienza.
Si tratta della seconda edizione dell’intervento agevolativo previsto dal Piano per la promozione straordinaria del made in Italy, la cui disciplina è stata dettata dal decreto ministeriale 17 luglio 2017 e i cui dettagli operativi sono stati fissati con il decreto direttoriale 18 settembre 2017.
Questo elemento è stato inserito in news. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.