“Per l’utilizzo delle risorse del Pnrr è necessario un cambio di passo sui criteri degli appalti pubblici aprendo una nuova stagione per valorizzare il ruolo del sistema delle piccole imprese”. È quanto sottolinea CNA Imperia indicando la necessità che la predisposizione dei bandi non deve contenere condizioni che di fatto escludono le piccole imprese.

“Alcune prime evidenze mostrano, invece, segnali preoccupanti. Primo fra tutti, il bando per il piano sviluppo e coesione del Ministero della Cultura, già aggiudicato: soltanto quattro operatori economici si spartiscono appalti per 45 milioni di euro. Peraltro in un settore, quello del restauro, caratterizzato dalla presenza pressoché totale di imprese di micro e piccole dimensioni. In questo bando, ma anche in altri, sono inoltre presenti clausole in aperto contrasto con la normativa in vigore riguardo ai requisiti economici dei raggruppamenti, che finiscono col penalizzare processi di aggregazione che sarebbero invece fondamentali per irrobustire le nostre imprese. Come si temeva, con la motivazione di semplificare e accelerare le procedure, si rischia di introdurre un sistema di gestione degli appalti pubblici che di fatto esclude le piccole imprese dal mercato dei fondi Pnrr. Nei prossimi mesi la Cna presenterà i risultati dell’Osservatorio burocrazia dedicato al settore degli appalti pubblici, fornendo un prezioso contributo al miglioramento del sistema di gestione dei bandi” – dice il segretario di CNA Imperia, Luciano Vazzano, che, a tal proposito comunica che dal 23 novembre sarà attivo lo sportello per i servizi MePa e Appalti pubblici. Saranno messi a disposizione delle imprese professionisti specializzati con le competenze necessarie e di supporto finalizzate all’acquisizione di commesse pubbliche. Un importante support alle imprese del territorio, considerato lo sviluppo del mercato pubblico.

“Lo sportello nasce con lo scopo di agevolare l’accesso delle imprese al programma di razionalizzazione della spesa per la pubblica amministrazione e, tramite questo, alla domanda pubblica, fornendo informazioni e formazione per l’utilizzo degli strumenti del programma e del mercato elettronico. Le imprese saranno, inoltre, supportate anche nelle fasi operative di abilitazione agli strumenti, nonché di creazione e gestione dei cataloghi elettronici” – dichiara Vazzano “CNA Imperia nell’ambito dell’ampia azione di rappresentanza che svolge sul territorio è a fianco delle imprese per sostenere le stesse nell’acquisizione di commesse nel mercato pubblico, mettendo a disposizione degli imprenditori le competenze necessarie per lavorare con le pubbliche amministrazioni (attestazioni SOA, Mepa, partecipazioni a bandi di gara, costituzione ATI, contratti di Avvalimento ecc)”.

Vuoi lavorare con le Pubbliche Amministrazioni attraverso il MEPA?
Per informazioni contattare la dottoressa Nadia Penasso allo 0184 500309. Per il servizio gare e appalti inviare una mail con i propri recapiti a segreteria@im.cna.it.