Come più volte auspicato e richiesto con forza da CNA, con il Decreto Legge “Semplificazioni” (DL 14 dicembre 2018, n. 135) viene finalmente abolito il famoso e famigerato sistema di tracciabilità dei rifiuti (Sistri), ponendo fine alla ben nota farsa che è costata alle imprese tante energie e denaro per un sistema che non ha mai funzionato a dovere, farraginoso e che prevedeva l’uso di tecnologie inadatte e già obsolete al momento del suo dell’avvio.

Dal 1° gennaio 2019, data dalla quale parte l’abolizione, i soggetti prima obbligati all’utilizzo del sistema dovranno applicare, come di fatto comunque già avveniva, le consuete modalità gestionali (formulari d’identificazione dei rifiuti, registri di carico e scarico e mud).
Ora l’impegno di CNA sarà quello di partecipare con il Ministero alla definizione di un nuovo sistema atto a sostituire il SISTRI attraverso la digitalizzazione di tutti gli adempimenti cartacei sui rifiuti che possa garantire la tracciabilità dei rifiuti, contrastare gli illeciti ambientali ma che sia al passo coi tempi e applicabile alle imprese in modo snello ed efficace.
Questo elemento è stato inserito in news. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.