Il 31 dicembre prossimo è la data di scadenza, per chi ha un impianto di riscaldamento centralizzato, per l’installazione delle valvole termostatiche, così come previsto dai Decreti Legislativi 102/2014 e 141/2016 in recepimento della Direttiva Comunitaria 2012/27/CE.

Esclusa, al momento, ogni possibilità di proroga della scadenza in quanto si configurerebbe come una infrazione a norme comunitarie, a partire dal 1° gennaio 2017 gli impianti sui quali non sono stati installati i contabilizzatori di calore possono essere considerati non conformi alla legislazione vigente.

Ciò comporta il fatto che il terzo responsabile, che risponde “del mancato rispetto delle norme relative all’impianto termico, in particolare in materia di sicurezza e di tutela dell’ambiente” (DPR 74/2013, art. 6, comma 3), deve comunicare “in forma scritta al delegante (l’amministratore di condominio) l’esigenza di effettuare gli interventi , non previsti al momento dell’atto di delega o richiesti dalle evoluzioni della normativa, indispensabili al corretto funzionamento dell’impianto termico affidatogli e alla sua rispondenza alle vigenti prescrizioni normative” (comma 4).

Quindi, sempre secondo il comma 4, “Negli edifici in cui vige un regime di condominio il delegante deve espressamente autorizzare con apposita delibera condominiale il terzo responsabile a effettuare i predetti interventi entro 10 giorni dalla comunicazione di cui sopra, facendosi carico dei relativi costi.

In assenza della delibera condominiale nei detti termini, la delega del terzo responsabile decade automaticamente”. Sarà poi compito del terzo responsabile informare gli organismi competenti della decadenza dall’incarico (comma 5).