Anche grazie a CNA che, con il suo Centro Studi sul fiscale, aveva sottoposto al Ministero come non trovasse alcun fondamento legislativo nelle normative fiscali l’obbligo di trasmettere i dati relativi alle ristrutturazioni edilizie ai fini dell’ ottenimento del Bonus del 50%, finalmente il 18 Aprile l’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 46/E, prendendo atto della nota n. 3797/19 del Ministero dello Sviluppo Economico, ha chiarito che “LA TRASMISSIONE ALL’ENEA DELLE INFORMAZIONI CONCERNENTI GLI INTERVENTI EDILIZI CHE COMPORTANO RISPARMIO ENERGETICO PREVISTA DAL COMMA 2-BIS DELL’ART.16 DEL D.L. 63/2013, SEPPURE OBBLIGATORIA PER IL CONTRIBUENTE, NON DETERMINI, QUALORA NON EFFETTUATA, LA PERDITA DEL DIRITTO ALLA PREDETTA DETRAZIONE” precisando peraltro che alcuna sanzione è prevista nel caso non si provveda alla medesima.

Questo elemento è stato inserito in news. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.