In arrivo il decreto ministeriale che individuerà le sanzioni per professionisti, artigiani, commercianti e imprenditori obbligati ad installare il POS. Lo ha annunciato il viceministro dell’Economia Casero, suscitando un ampio dibattito. Nel decreto dovranno essere precisati il quantum delle sanzioni, le cause e i limiti di esonero dall’adempimento, nonché il tetto delle commissioni bancarie.

All’attenzione del MEF le difficoltà operative che potrebbero incrementare, in taluni casi anche in misura considerevole, i costi dell’adempimento, seppur prevedendo. Non resta che attendere.

Professionisti, artigiani, commercianti e imprenditori saranno di fatto obbligati ad installare il POS: entro questo mese di settembre, infatti, dovrebbe essere varato il decreto ministeriale che individuerà le sanzioni per gli inadempienti. Il predetto obbligo dovrebbe, quindi, entrare effettivamente in vigore.

Il decreto dovrà sciogliere non solo il nodo delle sanzioni, ma affrontare anche altri problemi operativi che dovranno trovare una risposta concreta. Una volta che il quadro normativo sarà completo non sarà più possibile non accettare richieste di pagamento con carte di debito (bancomat) o carte di credito.

Originariamente il legislatore aveva previsto la possibilità di rifiutare i pagamenti a mezzo “moneta elettronica” qualora la singola operazione non fosse superiore a 30 euro. Successivamente il limite è stato ridotto a 5 euro. Anche in questo caso sarà necessario attendere il decreto al fine di verificare se ci sarà un ulteriore intervento finalizzato a limitare ancora l’adempimento.