Le Esperienze AirBnB sono “attività” organizzate da persone del luogo che mettono a disposizione dei viaggiatori competenze e passioni che possono riguardare i temi più diversi: dal cibo, all’arte, allo sport, alla moda, alla fotografia… Le esperienze AirBnB si sono già affermate con successo come prodotto dell’offerta turistica in tutto il mondo, ricevendo migliaia di prenotazioni ogni settimana.

Gli associati CNA grazie all’accordo siglato con AirBnB possono usufruire della possibilità di pubblicare e proporre alla community di AirBnB Esperienze, usufruendo di formazione e assistenza dedicati sul proprio territorio.

Nell’incontro di lunedì 8 Aprile Marco Marini, Esperiences Market Manager di Airbnb in Italia, spiegherà cosa fare per creare un’esperienza e iniziare a condividere le proprie passioni, la propria attività e la propria professione con i turisti di tutto il mondo.

Le imprese di CNA, una volta completato l’iter diventeranno infatti host e potranno farsi conoscere dagli oltre 300 milioni di membri della community del portale (7,8 milioni di viaggiatori lo scorso anno).

Si tratta di un’opportunità di allargare il proprio business offrendo ai turisti attività uniche che li possano avvicinare alle molte, uniche eccellenze del territorio che le piccole e medie imprese producono ed offrono.

Il turismo esperienziale è un mercato che oggi in Europa vale oltre 40 miliardi di euro (fonte Wit 2016) e un turista su tre (il 33%) vuole essere protagonista del proprio viaggio. Un business enorme, specialmente in Italia, se consideriamo che nel 2016 i consumi turistici nel nostro Paese sono stati pari a 93,9 miliardi di cui 36,4 riconducibili alla domanda straniera, il 38,7% del totale (Fonte XXI Rapporto sul turismo italiano curato da Iriss-Cnr).