Digitale

Il Digitale è il mestiere più nuovo del mondo. In questa sezione accogliamo tutti coloro che svolgono un’attività che sia in qualche modo legata alle nuove tecnologie. Siamo gli artigiani 2.0, quelli che operano con la loro manualità e la loro inventiva, quasi sempre davanti ad un video o un telefonino, per realizzare prodotti tecnologici spesso di avanguardia.

Ognuno di noi ha imparato ad essere autonomo in tante cose, ad operare con persone che conosce per offrire ai clienti un servizio completo, ad essere orgoglioso di quello che produce. Spesso nel nostro mestiere, trovare spazi di collaborazione è facile almeno come trovare spazi di sovrapposizione, ma qui siamo in casa di artigiani come noi e la collaborazione viene prima.

Questo è un cantiere aperto dove siamo liberi di organizzarci e proporre cose che riguardano noi, senza formalità ed avere dietro le spalle chi opera nel mondo dell’artigianato da decenni. Questo non vuole essere un luogo di scontro ma di incontro, un think thank di idee che consentano a noi, artigiani del software e del digitale in genere, di poter far crescere le nostre aziende.

Come dicevo durante l’intervento alla cena per l’elezione della dirigenza, il nostro lavoro è atipico. Tutti tramandano tradizione, conoscenze, know how di nonno in padre e di padre in figlio, perpetuando e migliorando una competenza specifica che ci rende unici. Nel nostro mestiere è il contrario. Le cose cambiano in modo così rapido che è complicato restare al passo, soprattutto aggiornando e modificando il modo di lavorare e produrre.

Sarebbe bello avere molti giovani in questo gruppo, non perché si spieghi loro cosa devono fare, ma perché siano loro a spiegare come si lavora con le nuove tecnologie, quali sono le potenzialità, le figate che solo loro possono intuire ed apprezzare e che possono dare valore aggiunto al lavoro di tutti noi.

Ci piacerebbe che questo diventasse anche un’occasione di crescita per tutti dove, anche con zoomate, si potessero condividere momenti di formazione fatti da noi e per noi.

Mi rendo conto che questo sia un obiettivo ambizioso ma, parafrasando Proust … “lasciamo le cose normali alle persone senza fantasia”.

Benvenuti!

Graziano Poretti
Presidente del “mestiere” digitale

 

 

 

Articoli di interesse per questo mestiere

Domande o Suggerimenti